giovedì 1 marzo 2018

RISO SALTATO CON VERDURE ALL'ORIENTALE

Il riso saltato è un piatto tipico della cultura asiatica: lo si prepara in buona parte dei Paesi del continente, con ingredienti e spezie diverse a seconda dei casi. Per cucinarlo al meglio è importante utilizzare le migliori padelle antiaderenti, perché in caso contrario si rischia che il riso si appiccichi al fondo del tegame, creando una poltiglia poco appetitosa. Il riso da utilizzare è a grana tondeggiante, come ad esempio la varietà “originario”, va cotto al vapore, o come quello per il sushi. Le verdure da aggiungere sono quelle di stagione, l’importante è avere a disposizione i giusti condimenti.

Ingredienti per 4 persone

  • 300 g di riso
  • 2 zucchine
  • 2 carote
  • 2 cipollotti
  • 150 g di fagiolini, o meglio di taccole
  • 150 g di pisellini freschi
  • 150 g di funghi champignon
  • aceto di riso q.b.
  • zucchero q.b.
  • olio di semi q.b.
  • olio di sesamo tostato q.b.
  • salsa di soia

Procedimento
Cominciamo con il riso, che va lavato a fondo, fino a che l’acqua non risulti trasparente. Quindi lo si pone in una casseruola insieme con circa 350 g di acqua. Si copre e si porta a ebollizione, quindi si abbassa il fuoco e si fa gonfiare il riso per 15 minuti. Trascorso questo tempo si lascia la casseruola coperta per altri 15 minuti, il riso è pronto. Mentre è ancora caldo lo si condisce con mezzo cucchiaino di sale e zucchero mescolati e un paio di cucchiai di aceto di riso.

Le verdure
Mentre il riso cuoce prepariamo le verdure, che vanno lavate, pulite, mondate e tagliate a pezzetti piccoli, cubetti o bastoncini secondo i gusti personali. Il cipollotto va affettato finemente, quindi ponete almeno 3-4 cucchiai di olio di semi nel tegame e, quando è ben caldo, aggiungete il cipollotto. Fate rosolare quindi aggiungete tutte le altre verdure. Fate saltare rapidamente, evitando che le verdure scuriscano, quindi aggiungete una spruzzata di salsa di soia e un cucchiaio di olio di semi di sesamo tostato. A questo punto fate rosolare bene, fino quasi a cottura ultimata, quindi aggiungete il riso. Potrebbe essere necessario aggiungere altra salsa di soia o poco olio, per raggiungere la consistenza desiderata. Secondo le ricette tradizionali le verdure dovrebbero rimanere croccanti, ma è possibile cuocerle quanto si desidera. Volendo è possibile anche sbollentare i fagiolini, per renderli più morbidi.

Le spezie
Questa ricetta per il riso saltato permette di ottenere un piatto profumato e salutare; l’aggiunta di salsa di soia e di olio di sesamo tostato dà quel tocco asiatico che tanto piace a chi ama la cucina etnica. Certo è che volendo si può poi personalizzare il piatto come si desidera. In Tailandia al riso saltato aggiungono sempre del peperoncino, zenzero e foglie pestate di citronella; in Giappone troverete il riso saltato con il sichimi togarashi, un mix di spezie aromatico e piccante; in altre zone dell’Asia preferiscono invece le erbe aromatiche. Se volete dare un tocco mediterraneo potete aggiungere anche qualche tipico sapore del nostro Paese, come ad esempio il basilico o il timo.

Nessun commento: