mercoledì 18 aprile 2018

COUS COUS VEGANO (TIPO TABULE') PER YOM AZMAUT - ANNIVERSARIO DI ISRAELE

Oggi è Yom Azmaut, anniversario dell'indipendenza dello stato di Israele, fondato nel 1948. Per onorare questa ricorrenza, vi propongo questo piatto di provenienza libanese, entrato a tutti gli effetti nella cucina israliana: Il Tabulè (cous cous vegano, con menta, prezzemolo e coriandolo).

 
Cous Cous vegano
Cous cous vegano all'orientale

Per festeggiare questa allegra e solenne ricorrenza, vi condivido questa bella ricetta di cous cous vegano, tipo Tabulè (che però andrebbe fatto col bulgur), facile facile, fresca e veloce.

Ora che sembra arrivata la primavera in modo improvviso, non vedo l'ora di fare un pic nic al Valentino e questo piatto, che si posiziona a metà strada tra un'insalata ed un primo, è perfetto!

E vi dirò di più. In vista della prova costume (AHAHA) è anche light, essendo composto per la maggior parte da verdure ed è adatto anche ai vegani, non contenendo nessun tipo di proteina animale.

Dunque ecco la ricetta del cous cous vegano, tipo Taboulè.

INGREDIENTI x 4:

  • 400 gr di cous cous
  • pomodori o pomodorini
  • mezza cipolla rossa
  • menta fresca
  • prezzemolo
  • coriandolo (opzionale, non a tutti piace, io lo adoro)
  • limone
  • olio di oliva
  • sale

PREPARAZIONE:

Preparare il cous cous come indicato sulla scatola (facile eh!) e lasciarlo raffreddare.

Tagliate a pezzi il più piccoli possibili i pomodori e le cipolle. Mi raccomando, la finezza degli elementi, forndamentale per la buona riuscita della ricetta.
Strani personaggi - città vecchia di Gerusalemme
Strani personaggi - città vecchia di Gerusalemme
Città vecchia di Gerusalemme
Io con lo sfondo della città vecchia di Gerusalemme

Tritate sempre molto finemente la menta, il prezzemolo e il coriandolo.
Aggiungete tutto al cous cous.

Condite con il succo di mezzo limone, olio e sale. Io sono una grande appassionata di pepe, quindi lo aggiungerei :-)

Dolci israeliani - mercato di Gerusalemme
Dolci israeliani - mercato di Gerusalemme
Mescolare.
Assaggiare.

E' buono? Vi piace? Aggiungete quello che manca (sale?olio?spezie varie?) ....

Servire freddo!

PS. E'chiaro che potete aggiungere ciò che preferite...io a volte metto le olive nere, o ci vedrei benissimo dei dadini di avocado e pezzetti di salmone, a voi decidere ciò che vi piace!

Vi lascio con qualche foto di Israele e con la promessa di pubblicare presto altre ricette tipiche, che mi sono accorta con orrore che mancano nel blog, come i falafel e l'hummus.

Spiaggia di Tel Aviv
Spiaggia di Tel Aviv a novembre

giovedì 5 aprile 2018

PALLINE DI MATZA' - MATZO' BALLS - RICETTA ASKENAZITA PER PESACH

In piena settimana di Pesach, pubblico la ricetta delle palline di Matzà - Matzo Balls, direi il mio piatto preferito di Pesach, la Pasqua ebraica, nella quale si festeggia l'uscita degli Ebrei dall'Egitto.

 

Quando gli ebrei, liberati dalla schavitù dal faraone lasciarono l'Egitto, lo fecero in fretta e furia, visto che era solito a cambiare idea (e lo fece anche in questo caso, inseguendoli con le sue guardie, finchè non finì sommerso nel Mar Rosso), e non ebbero tempo di lasciar lievitare il pane.

Per ricordare questa fuga frettolosa, durante Pesach, c'è il divieto di mangiare cibo lievitato.
Niente pane, pizza, pasta e neanche farina, che al contatto coll'acqua lievita che è una meraviglia.

Quindi ecco qui la semplice ricetta delle palline di matzà (matzò balls) da mangiare in brodo. L'origine è est europea (Azkenazita) e infatti ricordano un pò i canederli...

Matzò Balls
Matzò balls


INGREDIENTI x4:

- 150 gr di Farina di matzà
- 70 gr di brodo
- 50 gr di margarina
- uovo e un rosso
- un pizzico di sale e un pizzico pepe 

PREPARAZIONE:

Mettere la farina di matzà in una padella con la margarina e mescolate a fuoco vivo finchè non si saranno amalgamate bene.
Versate allora poco alla volta anche il brodo e fate assorbire anche quello.

Poi spegnere e lasciare riposare.

Quando il composto sarà diventato ben freddo unite le uova e mescolate. Poi con le mani bagnate formate delle palline.

E poi cuocetele nel brodo!!!

Pronte per Pesach del 2018 :-)