martedì 13 marzo 2018

BLINY (MINI PANCAKE) SALMONE, PANNA ACIDA E UOVA DI LOMPO

Qui vi presento un antipasto buonissimo, dai profumi nordici: bliny con salmone, panna acida e uova di lompo (uova di pesce tipo caviale, ma molto più economiche).


Peschereccio nordico
Peschereccio nordico

Ci sono dei gusti che mi piacciono davvero molto e tra questi ci sono alcune combinazioni della cucina nordica che fanno subito pensare all'Ikea, ai pescherecci e alle aringhe conservate nelle botti, ma anche alla cucina ebraica dell'est europa. Salmone, aneto, panna acida...

Per una cena in piedi/aperitivo organizzata coi miei amati parenti, ho avuto l'occasione di soddisfare la mia passione norvegese con questo finger food, che è stato molto apprezzato da tutti. 

I bliny, che durante il corso di cucina francese abbiamo imparato a fare senza glutine e con il grano saraceno, qui ve li propongo nella versione tradizionale. 

Blinis salmone, uova di lompo e panna acida
Bliny salmone, uova di lompo e panna acida

Sono in pratica dei piccoli pancake di origini russe, che non sono nè dolci nè salati, che generalmente vengono serviti con salmone e panna acida oppure con formaggio fresco.

Visto il loro gusto neutro, ritengo che siano buonissime guarnite sia ingredienti dolci, che salati. 

Ecco alcune idee:
  • Panna acida, salmone e uova di lompo (qui sotto la spiegazione su come crearli)
  • Chevre oppure gorgonzola e noci
  • Miele e noci
  • Burro e acciughe
  • Panna acida e frutti di bosco
  • Marmellata
Ecco qui quindi la ricetta per circa 12 blinis o bliny (detto alla russa). 

Ingredienti per i bliny:

  • 80 gr di farina
  • 1 uovo
  • 150 ml di latte 
  • Mezza bustina di lievito instantaneo per prodotti salati 
  • Un pizzico di sale
  • Burro, per ungere la padella


Ingredienti per la farcitura salmone, panna acida, uova di lompo:

  • Panna acida, se non la trovate si può sostituire con una confezione di yogurt greco 0 grassi (ottenendo anche un piatto più light) oppure farla seguendo la mia ricetta per fare la panna acida in casa.
  • 100 grammi di salmone affumicato
  • 50 grammi di uova di lompo
  • Un cucchiaino di aneto 
  • Un pizzico di sale e un pizzico di pepe

Preparazione:

Rompete le uova e separate il tuorlo e l'albume e poi in una terrina sbattete il tuorlo col latte.Unite la farina poco a poco, facendo attenzione che non si creino grumi ed aggiungete anche il lievito.
A questo punto lasciate riposare l'impasto circa un'ora in frigo.
Tiratelo fuori dal frigo ed aggiungete le chiare (l'albume) precedentemente montate a neve mescolado lentamente, in modo che non si smontino ed aggiungete un pizzico di sale.

La cottura:

Ungete una padella e versate un mestolo impasto per ogni bliny. Quando risultano ben dorate giratele delicatamente e ripetete la cottura.

Blines di grano saraceno
Queste sono bliny di grano saraceno, ma vi metto la foto per far capire le dimensioni che devono avere nella padella.
La guarnizione:

In una terrina, mescolate la panna acida, l'aneto, un pizzico di sale e una spolverata di pepe.
Spalmate la salsa sulle tartine e su metà mettete il salmone a pezzettini e sull'altra metà le uova di lompo.

Servitele tiepide...che immensa bontà!

Blinis salmone, uova di lompo e panna acida
Bliny salmone, uova di lompo e panna acida

giovedì 1 marzo 2018

RISO SALTATO CON VERDURE ALL'ORIENTALE

Il riso saltato è un piatto tipico della cultura asiatica: lo si prepara in buona parte dei Paesi del continente, con ingredienti e spezie diverse a seconda dei casi. Per cucinarlo al meglio è importante utilizzare le migliori padelle antiaderenti, perché in caso contrario si rischia che il riso si appiccichi al fondo del tegame, creando una poltiglia poco appetitosa. Il riso da utilizzare è a grana tondeggiante, come ad esempio la varietà “originario”, va cotto al vapore, o come quello per il sushi. Le verdure da aggiungere sono quelle di stagione, l’importante è avere a disposizione i giusti condimenti.

Ingredienti per 4 persone

  • 300 g di riso
  • 2 zucchine
  • 2 carote
  • 2 cipollotti
  • 150 g di fagiolini, o meglio di taccole
  • 150 g di pisellini freschi
  • 150 g di funghi champignon
  • aceto di riso q.b.
  • zucchero q.b.
  • olio di semi q.b.
  • olio di sesamo tostato q.b.
  • salsa di soia

Procedimento
Cominciamo con il riso, che va lavato a fondo, fino a che l’acqua non risulti trasparente. Quindi lo si pone in una casseruola insieme con circa 350 g di acqua. Si copre e si porta a ebollizione, quindi si abbassa il fuoco e si fa gonfiare il riso per 15 minuti. Trascorso questo tempo si lascia la casseruola coperta per altri 15 minuti, il riso è pronto. Mentre è ancora caldo lo si condisce con mezzo cucchiaino di sale e zucchero mescolati e un paio di cucchiai di aceto di riso.

Le verdure
Mentre il riso cuoce prepariamo le verdure, che vanno lavate, pulite, mondate e tagliate a pezzetti piccoli, cubetti o bastoncini secondo i gusti personali. Il cipollotto va affettato finemente, quindi ponete almeno 3-4 cucchiai di olio di semi nel tegame e, quando è ben caldo, aggiungete il cipollotto. Fate rosolare quindi aggiungete tutte le altre verdure. Fate saltare rapidamente, evitando che le verdure scuriscano, quindi aggiungete una spruzzata di salsa di soia e un cucchiaio di olio di semi di sesamo tostato. A questo punto fate rosolare bene, fino quasi a cottura ultimata, quindi aggiungete il riso. Potrebbe essere necessario aggiungere altra salsa di soia o poco olio, per raggiungere la consistenza desiderata. Secondo le ricette tradizionali le verdure dovrebbero rimanere croccanti, ma è possibile cuocerle quanto si desidera. Volendo è possibile anche sbollentare i fagiolini, per renderli più morbidi.

Le spezie
Questa ricetta per il riso saltato permette di ottenere un piatto profumato e salutare; l’aggiunta di salsa di soia e di olio di sesamo tostato dà quel tocco asiatico che tanto piace a chi ama la cucina etnica. Certo è che volendo si può poi personalizzare il piatto come si desidera. In Tailandia al riso saltato aggiungono sempre del peperoncino, zenzero e foglie pestate di citronella; in Giappone troverete il riso saltato con il sichimi togarashi, un mix di spezie aromatico e piccante; in altre zone dell’Asia preferiscono invece le erbe aromatiche. Se volete dare un tocco mediterraneo potete aggiungere anche qualche tipico sapore del nostro Paese, come ad esempio il basilico o il timo.